SALERNO, via Roma 33 - ROMA, piazza Marconi 15+39 348 7653626info@antoniotrezza.itLun. - Ven. 10:00 - 20:00

Come fare il vostro team più felice e far crescere la linea di fondo

Post 8 of 27

La gestione di una piccola impresa è come dirigere un’orchestra. Si dispone di un insieme di individui, ciascuno con i propri punti di forza e talenti, giocando una grande varietà di strumenti che hanno i loro suoni distinti. Il risultato potrebbe facilmente essere una cacofonia simile a chiodi su una lavagna, ma quando le cose vanno bene, le note fluiscono insieme, creando un suono potente che tocca l’anima.

Devi costruire un team di persone estremamente diverse, sperando di avere le doti giuste e le competenze per trasmettere la tuavisione della vita. Solo, a volte, la squadra non si compatta. Perché?

Nelle piccole imprese, a differenza delle orchestre, i membri non ottengono solitamente una partitura musicale nota per nota. Al contrario delle grandi imprese, dove ci potrebbe essere un processo di produzione altamente raffinato progettato per garantire un prodotto sempre impeccabile. Per le piccole imprese – in particolare coloro che cercano di promuovere l’innovazione – è spesso cruciale che i musicisti improvvisano, più come una combo jazz che un’orchestra. L’improvvisazione nel commercio, tuttavia, è complessa. I giocatori chiave non possono esibirsi nella stessa stanza insieme. Si può anche non sapere che si suppone di poter giocare insieme a tutti.

Quando le persone sono divise, il valore di business è perduto. Ma il collegamento tra persone disconnesse non è facile. Ho trovato la chiave del successo quando si mettono insieme partner commerciali e collaboratori di diversa estrazione è la fiducia. Fiducia uguale crescita, e le vostre azioni possono favorire questa fiducia.

Qui ci sono quattro passi per colmare divari che possono rendere la vostra squadra – di qualunque forma sia la forma – vincente:

Chiedetevi: chi non sta collaborando con chi? A volte le persone non lavorano insieme, perché non sanno che dovrebbero. Fare un passo indietro dal tuo team e guardare che i membri non sono comunicanti è cosa buona. Stanno parlando non a tutti? Stanno parlando, ma non comunicano?

Abbattere le barriere tra di loro, siano essi basati su cultura, geografia o di sfiducia. Trovare il modo per incoraggiare le conversazioni tra i membri dei team scollegati.

Non basta concentrarsi sui vostri impiegati. Guardate verso l’esterno. La diffidenza verso ciò che è fuori della squadra, come ad esempio nel tuo fornitore e venditore, può essere dannosa per le sue prestazioni. Non sorprendentemente, questo può essere il più difficile divario da colmare, come gli obiettivi di estranei non possono allinearsi completamente con i vostri. Anche così, la costruzione di queste obbligazioni è importante, perché la vitalità della tua squadra dipende la vitalità della vostra rete estesa.

Ci sono altre persone al di fuori della rete attuale che in esso. I loro atteggiamenti modellano la vostra attività, spesso in modi potenti invisibili.

Migliorare le attività esistenti. Ci possono essere strutture già in atto per colmare il divario sociale che tu non conosci. Ad esempio, i dipendenti potrebbero staregià organizzando attività insieme, creando il proprio virtuale “refrigeratore d’acqua.” Vedete se si adatta alle vostre esigenze, perché sfruttando ciò che esiste è molto più conveniente di creare qualcosa da zero. Ed ha anche più probabilità di successo.

Bisogna potenziare e motivare i dipendenti, sostenendo le loro iniziative bottom-up per rendere la cultura aziendale migliore.

Modifica le strutture di incentivazione. La maggior parte delle imprese valutano i propri dipendenti sulla base di realizzazioni tangibili o le prestazioni goal-driven. Ma questo si affaccia sul valore di business dei forti legami sociali, sia all’interno che all’esterno dell’organizzazione.

Cambia i tuoi metodi di valutazione. Dare premi e bonus per le persone che costruiscono la “infrastruttura culturale invisibile” della vostra azienda. A volte è necessario offrire ricompense per spingere i comportamenti desiderati. Allinea gli incentivi dei dipendenti con esigenze “soft” della società, non solo gli obiettivi “hard”.

——————————————————————————————————————————————————

Victor Hwang è CEO e co-fondatore di T2 Venture Capital, una società di Silicon Valley che costruisce start-up e gli ecosistemi che li coltivano. Egli è anche l’autore di The Blueprint Rainforest: come progettare il proprio Silicon Valley (Regenwald, 2013).

This article was written by admin

Menu